Novità e aggiornamenti, Tutti gli articoli

Mantelline monouso, cuffie e gel

Riparte la Torino dei parrucchieri, barbieri ed estetisti. «Fortunatamente i clienti non mancano, tantissimi mi hanno già chiamato, sono bastate tre ore di telefonate per riempire l’agenda – racconta Alessio Buccheri, per tutti il Barber, che nel negozio di via Elba 24 accoglie i calciatori di Juve e Toro – oltre ai 50 mila clienti che lo seguono su Instagram. Darci il via libera a due giorni dalla ripartenza non è stato corretto. Io ho già comprato tutto il materiale igienico sanitario, togliendo la sala d’attesa e plastificando le poltrone, ma muoversi di fretta non aiuta».

Federico Iannone e Andrea Bozzano del grande Hc Salon in corso Vittorio 32 hanno vissuto un weekend di fuoco: «Abbiamo richiamato tutti i clienti che si sono prenotati per un taglio, più di 400, evitando assembramenti. Abbiamo intervallato le postazioni per tenere tutti a più di due metri di distanza e all’ingresso misureremo sempre la temperatura, facendo un elenco per tutti i 14 giorni di chi entrerà da noi». Hanno inaugurato a dicembre il loro nuovo salone su due piani, con ampi spazi e i lavelli già separati da plexiglass, assunto nuovi ragazzi 

(in questo periodo di lockdown hanno seguito tutti i giorni corsi di formazione e aggiornamento on line): per non dover lasciare nessuno a casa e accontentare tutti i clienti,  60mila i loro follower cui hanno continuato a dare consulenze e consigli, hanno deciso di riallestire il vecchio negozio dall’altra parte del corso, al numero 9, e lavorare, anche lunedì e domenica, contemporaneamente in tutti e due.

Donatella di Corcia, invece, è titolare di Amor Tuo Estetica in via duchessa Jolanda 16 e ha dovuto prendere precauzioni diverse: «Per certi lavori, come la depilazione, le misure di sicurezza sono massime tra cuffie, mascherine chirurgiche e camici. Sanificheremo il negozio lunedì, ma ogni 15 minuti lo rifaremo, a secco, per ogni cliente. Perderò il 50% dell’affluenza, ma pur di ripartire mi metto in gioco».

Ljuba Bedeschi è titolare di My Beauty Academy in via Cesana 17 e farà una diretta web per insegnare, a chi ne ha ancora bisogno, come ripartire prima dell’arrivo dei clienti: «Oltre alle protezioni, è importante che chiunque riapra in questo settore sappia cosa deve fare con le modulistiche tra privacy, gestione dell’emergenza e valutazione dei rischi. Faccio formazione per estetiste da sempre e, avendo una laurea in legge, ho pensato potesse essere importante fare chiarezza». Andrea Vieni è hair stylist nel suo AV Hair Salon in Corso Francia 88 e anche lui si è preparato per riaprire: «Abbiamo organizzato sacchetti con un chimono monouso, mascherine e gel. Il cliente, una volta entrato, andrà nel guardaroba per cambiarsi e iniziare taglio o tinta». Davide Racca di L’Estetizia di via Claviere 8 ha addirittura modificato il negozio: «Ho diversificato ingresso e uscita, che apriremo soltanto io e la mia collega per non contaminare neanche le maniglie. Potrò gestire meno clienti, ma non mi spaventa fermarmi qualche ora in più e far ripartire la mia attività»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *